Newwave Media srl

DATA DI PARTENZA
29 dicembre 2020

DATA DI RIENTRO
05 gennaio 2021

PARTENZA DA
Aeroporto di Venezia

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
€ 1.730 a persona

BASE MINIMA
20 partecipanti

ISCRIZIONI ENTRO
05 Novembre 2020


Scarica il programma in pdf Richiedi informazioni

Italia

Capodanno in Sicilia

Speciale Capodanno: tour in Sicilia, da Catania a Palermo, immersi nella storia e nel mito greco, ammirando le bellezze naturalistiche.

Venerdì 29 dicembre – Venezia – Catania

Incontro dei partecipanti all’aeroporto Marco Polo alle ore 11,15, partenza con il volo per Catania delle ore 13,15 con arrivo alle ore 15,00. Trasferimento in città con pullman privato. Visita guidata orientativa del centro storico esterni di Palazzo Biscari, Fontana dell’Elefante, Duomo, via dei Crociferi, palazzi del Municipio e dei Chierici, Monastero dei Benedettini. Al termine trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

Sabato 30 dicembre – Catania – Caltagirone – Agrigento

Prima colazione in hotel, visita di Palazzo Biscari, uno dei più antichi palazzi di Catania, preziosa testimonianza del barocco siciliano. A seguire il Museo Belliniano, dedicato al grande compositore. Seguirà passeggiata alla Pescheria, antico e folkloristico mercato del pesce, dove sarà possibile degustare liberamente lo street food a base ovviamente di pesce. Successiva partenza per Caltagirone, inserita tra le città barocche della Val di Noto che costituiscono uno dei patrimoni dell’Unesco. Visita della Scalinata Santa Maria del Monte con i suoi 142 gradini in pietra lavica le cui alzate decorate con piastrelle di maiolica policroma (verde, azzurro e giallo) riprendono gli stili del passato, il Ponte San Francesco d’Assisi che collega i due colli su cui si sviluppa il centro storico e la Villa Comunale. Grazie agli allestimenti presepiali nel periodo natalizio Caltagirone diventa meta di turisti, appassionati e collezionisti. Atmosfera natalizia con luci musiche, mercatini e addobbi floreali per le vie della città. Da non perdere la Mostra dei presepi artistici, realizzati interamente in terracotta e che rappresentano una cornice alla Natività, con scene di vita contadina e pastorale animate da personaggi tipici di quella civiltà. Al termine trasferimento in hotel ad Agrigento. Cena e pernottamento .

Domenica 31 dicembre – Agrigento – Selinunte – Trapani

Dopo colazione, visita della famosa Valle dei Templi, proclamata patrimonio dell’umanità ed esempio della grandiosità della civiltà greca in Sicilia. In particolare si visiteranno: il Tempio della Concordia, il più bello e che si trova in un eccellente stato di conservazione, il Tempio di Giunone distrutto in gran parte da un terremoto nel medio evo, il Tempio di Castore e Polluce, costruito intorno al V sec a.C. le cui colonne sono diventate il simbolo della città e le rovine del Tempio di Giove che era uno dei più grandi monumenti dell’antichità. Quindi si prosegue per l’area archeologica di Selinunte, ritenuta la più importante d’Europa per imponenza ed estensione delle sue rovine. Qui si distinguono chiaramente due zone archeologiche: quella dei tre Templi Orientali, (denominati E, F e G poiché non si sa a quali divinità siano stati dedicati); l’Acropoli a picco sul mare, della quale restano i ruderi delle mura di cinta e i resti di varie abitazioni civili. Al termine della visita trasferimento in hotel a Trapani. Cena di Capodanno e pernottamento.

Lunedì 1 gennaio – Trapani – Segesta – Erice – Trapani

Dopo colazione, partenza per Segesta, centro archeologico di notevole interesse. Il suo edificio più importante è il Tempio Dorico in ottimo stato di conservazione, che sorge su di un’altura, in un paesaggio lussureggiante e ricco di fascino. Si visiterà inoltre il Teatro Greco del II sec. a.C. interamente scavato nella roccia, conchiglia sospesa nel vuoto, questo gioiello architettonico gode di una posizione impareggiabile. Nel pomeriggio visita di Erice che conserva intatto il fascino di antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico, le ceramiche finemente decorate, i tappeti variopinti tessuti a mano, i tradizionali dolci a base di mandorle e frutta candita. Il centro storico presenta un impianto urbanistico tipico, con piazzette, strade strette e sinuose nelle quali si affacciano bellissimi cortili. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Martedì 2 gennaio – Trapani – Mozia – Marsala – Mazara del Vallo – Trapani

Dopo colazione, in mattinata visita della rigogliosa isola di Mozia e del suo museo, tra i più interessanti per la conoscenza della civiltà Fenicio/Punica nel Mediterraneo. Tutt’intorno, le saline, i mulini a vento e i vigneti, compongono una cornice naturale di grande fascino. Si prosegue per Marsala, situata nell’area vinicola più importante della Sicilia. Impensabile non fare una breve visita ad una cantina per conoscere i segreti ed apprezzare il famoso vino che da questa città prende il nome: il “Marsala”. Successivamente visita di questa antica città, che fin dal tempo dei romani ha svolto un ruolo di primo piano nella cultura e nella storia dell’isola. Nel pomeriggio visita di Mazara del Vallo, ridente ed antica cittadina della Sicilia occidentale. Il caratteristico porto canale, ospita la più grande flotta peschereccia d’Italia. Nel centro storico, sono visibili interessanti edifici arabo/normanni, numerose chiese rinascimentali e barocche. La struttura originaria della vecchia città è costituita dalla “Khasba” con stradine strette e sinuose dove si affacciano caratteristici cortili. Numerosi negozi offrono ottime opportunità di shopping. Dopo cena rientro a Trapani e pernottamento.

Mercoledì 3 gennaio – Trapani – Castellamare del Golfo – Scopello – Palermo

Dopo colazione, passeggiata nelle eleganti vie del centro storico qui è tutto un susseguirsi di palazzi storici e chiese di notevole pregio artistico: la Cattedrale, la Chiesa del Purgatorio, in cui sono conservati i sacri Gruppi dei Misteri di Trapani. Visita alle cantine Firriato (tra le più blasonate della Sicilia) con degustazione. Nel pomeriggio partenza per Castellammare del Golfo, ridente cittadina del trapanese dal tipico aspetto di borgo marinaro, incastonata in un contesto paesaggistico di grande fascino tra mare ed alture montuose. Ospitato nell’antico castello a Mare si visiterà l’interessantissimo Museo etno-antropologico “Annalisa Buccellato”. Dedicato ai diversi aspetti della civiltà siciliana. A latere del museo si potrà ammirare un’interessantissima sezione dedicata alla civiltà della pesca e al sistema di tonnare che in un tempo non molto lontano e da secoli, era l’industria marinara più importante dell’area. A seguire visita del tipico Villaggio di Scopello e della costa sottostante, con sosta per ammirare dall’alto la Tonnara con i suoi magnifici faraglioni. Trasferimento in hotel a Palermo, cena e pernottamento.

Giovedì 4 gennaio – Palermo – Monreale- Palermo

Dopo colazione, visita del centro storico di Palermo. In particolare si visiterà: la Cattedrale in stile Arabo/ Normanno, la famosa Cappella Palatina situata all’interno del Palazzo dei Normanni, la Chiesa della Martorana. Dall’esterno si visiteranno inoltre il Teatro Massimo, la famosa Piazza Pretoria con la bellissima fontana, i quattro canti di città. Passeggiata nel caratteristico mercato di Ballarò il più antico tra i mercati della città, animato dalle cosiddette “abbanniate”, cioè dai chiassosi richiami dei venditori che, con il loro caratteristico e colorito accento locale, cercano di attirare l’interesse dei passanti. Si potranno degustare i cibi da strada, tipici della cucina palermitana, panelle, crocchè o cazzilli, polpo bollito, il pani ca’ meusa, gli arancini di riso, lo sfincione. Per quanto riguarda lo street food o meglio “cibo da strada”, Palermo si è classificata prima città europea della graduatoria e al 5° posto nella top ten mondiale. Nel pomeriggio trasferimento a Monreale dove si visiterà il Duomo con i suoi famosi mosaici ed il Chiostro Benedettino. Rientro a Palermo, cena e pernottamento.

Venerdì 5 gennaio – Palermo – Venezia

Dopo colazione, giornata dedicata alla Palermo barocca, con visita degli oratori di San Domenico e di Santa Cita, con la strepitosa serie di dipinti di tradizione caravaggesca che culmina con la pala di Van Dijk e gli stucchi del Serpotta. In seguito visita alla chiesa di San Giuseppe dei Teatini del 1612, fra le più grandi della città, quella di San Matteo, splendido esempio di barocco palermitano e di Santa Caterina d’Alessandria, una delle più ricche di decorazioni. La visita al barocco si conclude con la Chiesa del Gesù o Casa Professa. Dopo il tempo libero per il pranzo si conclude con la visita alla Palermo liberty, in particolare della villa Malfitano, ricca di collezioni di coralli, arazzi, libri, opere d’arte e di antiquariato, del villino Florio e dell’esterno della villa Favaloro. Al termine, trasferimento all’aeroporto di Palermo in tempo utile per il volo per Venezia delle ore 19,40 con arrivo alle ore 21,20.

TOURS & PROPOSTE

Proposte consigliate

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su viaggi, eventi e news.

Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Informazioni OK